Mvportfolioadvisors’s Blog

August 1, 2009

Point & Figure: Unicredit affronta il test della trendline discendente

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , , , — mvportfolioadvisors @ 8:55 am

http://it.biz.yahoo.com/27072009/92/point-figure-unicredit-affronta-test-trendline-discendente.html

http://www.trend-online.com/?stran=izbira&p=al&id=226827

Di Fabio Verdelli

CaptureIl titolo Unicredit (Milano: UCG.MInotizie) affronta il test della trendline discendente di lungo termine la cui penetrazione aprirebbe nuovi scenari rialzisti. Dal doppio massimo in area 7.75 di Aprile/Maggio 2007 i corsi si sono indeboliti sino a violare la trendline ascendente di lungo termine in area 6.90 avvenuta ad inizio di Giugno 2007 invertendo così la tendenza di fondo al ribasso. La discesa dei prezzi ha sviluppato una serie di massimi e minimi decrescenti sino a toccare quota 5.00 dove la figura di Low Pole ha generato un’azione correttiva che si è estesa sino in area 6.05 prima di ripiegare al ribasso. Il secondo impulso ribassista ha ceduto terreno sino a raggiungere l’area 4.075, livello di supporto che ha anch’esso proposto una correzione al rialzo che ha toccato quota 5.05 nell’Aprile 2008. L’ultima fase di indebolimento si è estesa sino in area 0.675, livello visto a Marzo 2009. La pronta reazione dai minimi si è trasformata in una figura di Low Pole che proponeva un target al rialzo in area 2.625. L’ascesa è proseguita sino in area 2.25 in prossimità della trendline intermedia discendente dove ha ripiegato sino in area 1.575 sotto il peso dei realizzi. Le ultime sessioni hanno visto il ritorno in area 2.00 a lambire il baluardo della trendline discendente di lungo termine, in attesa di uno slancio rialzista sufficiente a penetrare la trendline ed a invertire la rotta al rialzo. La Forza Relativa nel lungo termine è ancora negativa a significare una possibile under performance nei confronti del mercato per il prossimo futuro. Operativamente si raccomanda di intervenire alla penetrazione della trendline discendente di lungo termine ora passante in area 2.075 con target di medio termine in area 2.625 ed a seguire in area 2.75. Nel lungo termine l’obiettivo è posto in area 3.10. Al ribasso vendere alla rottura della figura di doppio minimo in area 1.60 con possibile contrazione sino in area 1.05.

Advertisements

July 24, 2009

Point & Figure: Enia recupera di slancio l’affondo in area 4.45

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , — mvportfolioadvisors @ 5:25 pm

http://it.biz.yahoo.com/20072009/92/point-figure-enia-recupera-slancio-l-affondo-in-area-4.html

Di Fabio Verdelli

CaptureIl titolo Enia (Milano: EN.MInotizie) recupera di slancio l’affondo in area 4.45 e punta verso il test del picco intermedio in area 5.70 con interessanti prospettive di crescita. Dal doppio massimo della fine del 2007 in area 12.15 il movimento si è evoluto lateralmente in una fase di distribuzione sino a Gennaio 2008 quando la violazione della trendline ascendente di lungo termine in area 11.45, confermata dalla rottura della figura di doppio minimo in area 11.35, hanno messo il sigillo sull’inversione di tendenza al ribasso. Il primo affondo ha trovato supporto a quota 10.20 da dove ha preso il via un impulso correttivo che dopo aver raggiunto l’area 11.20 ha ripiegato in modo deciso in un movimento di massimi e minimi decrescenti. Il doppio minimo di Luglio 2008 in area 7.15 ha dato un po’ di respiro alla contrazione prima di un nuovo ripiegamento sino in area 4.25 dove un ampio movimento laterale con base in area 4.20 e resistenza in area 5.55 ha anticipato il sell off finale di Marzo 2008. Il doppio minimo in area 2.40, dopo aver contenuto con successo la contrazione, ha generato un incisivo impulso rialzista che nel breve volgere di poche sedute ha riportato i corsi in area 3.30 proiettando inoltre un target al rialzo in area 5.10, livello raggiunto a maggio 2009. Il rialzo è poi proseguito realizzando massimi e minimi crescenti sino in area 4.75 dove le prese di beneficio hanno sviluppato un ritorno in area 4.30. La ripresa del rialzo ha generato la penetrazione della trendline ribassista di lungo termine in area 4.60 riportando la tendenza di fondo al rialzo. Lo slancio ha così raggiunto nelle scorse settimane l’area 5.70 per poi ripiegare in area 4.45 a ridosso della trendline rialzista intermedia. Ora i corsi sono in fase di ripresa e la rottura della figura di doppio massimo in area 5.20 prelude a un nuovo balzo con obiettivo il test del picco in area 5.70. La Forza Relativa nel medio termine è positiva a significare una probabile performance migliore del mercato. Operativamente mantenere le posizioni in essere e incrementare alla rottura della figura di doppio massimo in area 5.75 con obiettivo di medio termine in area 7.60. Al ribasso alleggerire alla rottura della figura di doppio minimo in area 4.40 e vendere alla violazione della trendline ascendente di lungo termine ora passante in area 4.05 con possibile contrazione sino a quota 2.55.

Philips Electronics challenging key resistance

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , — mvportfolioadvisors @ 5:23 pm

http://www.ibtimes.com/articles/20090720/philips-electronics-challenging-resistance.htm

Philips_logo

July 14, 2009

Point & Figure: oscillazione laterale per Fiera di Milano

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , , — mvportfolioadvisors @ 6:48 pm

http://it.biz.yahoo.com/13072009/92/point-figure-oscillazione-laterale-per-fiera-milano.html

UntitledIl titolo Fiera Milano (Milano: FM.MInotizie) oscilla in un movimento laterale circoscritto a ridosso della trendline ascendente di lungo termine in attesa di uno spunto direzionale. La travolgente figura di Long Tail up di Aprile 2008 ha raggiunto l’area 11.00 trasformandosi repentinamente in una figura di High Pole che nel breve volgere di qualche seduta ha ceduto terreno sino a tornare in area 7.65. Il ripiegamento è poi proseguito sino ad essere arginato dal doppio minimo in area 5.70 in corrispondenza della trendline ascendente di lungo termine. Un debole movimento di pull back ha temporaneamente interrotto il flusso discendente fino a raggiungere quota 6.65 dove la pressione ribassista è tornata a prendere il sopravvento. La penetrazione della trendline ascendente, confermata dalla rottura della figura di multipli minimi in area 6.05, ha definitivamente consacrato l’inversione di tendenza al ribasso. Il movimento ha così sviluppato un nuovo impulso al ribasso che ha toccato i minimi solo a Febbraio 2009 in area 3.35. La reazione all’iper venduto ha generato un balzo al rialzo in area 4.40, seguito da un movimento laterale con base in area 4.10 e resistenza in area in area 4.40. La successiva penetrazione della trendline discendente di lungo termine della fine di Aprile 2009 in area 4.90 ha messo il sigillo sul ritorno alla tendenza rialzista. Al recente picco in area 5.85 ha fatto seguito un’oscillazione laterale caratterizzata da massimi decrescenti e minimi crescenti, tipica fase di indecisione che presto dovrà trovare uno sbocco direzionale. Nel frattempo si segnala che la Forza Relativa di breve termine è virata in positivo sottintendendo una probabile performance migliore del mercato per le prossime sedute. Operativamente incrementare alla rottura della figura di doppio massimo in area 5.20 con target di breve termine posto in area 6.05 ed a seguire in area 6.30. Al ribasso vendere alla violazione della trendline ascendente di lungo termine ora passante in area 4.95 con possibile contrazione al ribasso sino in area 4.40 ed a seguire sino in area 3.85.

Motorola on the verge of a new downturn

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , — mvportfolioadvisors @ 6:38 pm

Capturehttp://www.ibtimes.com/articles/20090713/motorola-on-verge-ofnew-downturn.htm

July 3, 2009

Point & figure: Cir contiene con successo le prese di beneficio

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , — mvportfolioadvisors @ 6:40 pm

http://it.biz.yahoo.com/29062009/92/point-figure-cir-contiene-successo-prese-beneficio.html

http://www.trend-online.com/?stran=izbira&p=spcd&id=223754&nopag=1

Di Fabio VerdellPFi

 

Il titolo Cir contiene con successo le prese di beneficio in prossimità della trendline ascendente di lungo termine in area 1.02 e si prepara ad un nuovo impulso rialzista. Dal picco di maggio 2007 in area 3.24 i corsi si sono indeboliti ripiegando sino in area 2.98 già area di supporto durante l’ultima fase rialzista. La violazione della trendline ascendente in corrispondenza della rottura della figura di quadruplo minimo in area 2.97, avvenuta a Settembre 2007, ha messo il sigillo sull’inversione di tendenza al ribasso. La prima fase di contrazione ha trovato supporto in area 2.37 dove un impulso correttivo ha generato un recupero sino in area 2.89. Il ribasso è poi proseguito con una serie di figure di Long Tail Down che nel volgere di un semestre hanno condotto le quotazioni in area 1.57 dove il doppio minimo del Marzo 2008 ha arginato la discesa. Un movimento laterale con base in area 1.49, violato con la rottura della figura di doppio minimo in area 1.48 a Settembre 2008, ha anticipato il sell off conclusivo che ha toccato i minimi a Novembre 2008 in area 0.67. Dalla fase di accumulazione protrattasi sino ad Aprile 2009 ne è uscito un deciso impulso rialzista che, grazie alla penetrazione della trendline discendente di lungo termine in area 1.09 di Maggio 2009, ha invertito la tendenza di fondo. Il rialzo è proseguito sino in area 1.22 prima di ripiegare sotto il peso delle prese di beneficio raggiungendo quota 0.97. Le ultime settimane sono state caratterizzate da un movimento laterale contenuto tra l’area 1.11 e 1.15 terminato con la rottura della figura di doppio minimo in area 1.10 che anticipava il pull back a ridosso della trendline ascendente di lungo termine in area 1.02. Nelle prossime sedute è ipotizzabile attendersi un nuovo tentativo di penetrazione dell’area 1.15. La Forza Relativa di breve termine è tornata positiva a significare una probabile performance migliore del mercato. Operativamente incrementare alla rottura della resistenza in area 1.16 con target di medio termine in area 1.48 ed a seguire in area 1.575. Al ribasso vendere in caso di violazione della trendline ascendente di lungo periodo ora passante in area 1.03 con possibile contrazione sino in area 0.76.

HP on steady up trend

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , — mvportfolioadvisors @ 6:35 pm

http://www.ibtimes.com/articles/20090701/hp-on-steady-trend.htm

1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2

June 27, 2009

Latam Index Analysis

http://alternativelatininvestor.com/tech.php

Capture

June 26, 2009

IBM is back to support line

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , , — mvportfolioadvisors @ 6:46 pm

http://www.ibtimes.com/articles/20090622/ibm-is-back-support-line.htm

1

 

 

 

 

 

 

 

2

Point & Figure: Edison consolida in prossimità del supporto

Filed under: Uncategorized — Tags: , , , — mvportfolioadvisors @ 6:42 pm

Di Fabio Verdelli

http://it.biz.yahoo.com/22062009/92/point-figure-edison-consolida-in-prossimita-supporto.html

http://www.trend-online.com/?stran=izbira&p=al&id=223109

Il titolo Edison (Milano: EDN.MInotizie) consolida in prossimità del supporto in area 0,94 e imposta una nuova incursione rialzista con primo obiettivo in area 1,16. Dal picco di Luglio 2007 in area 2,58 si è sviluppata una figura di High Pole che proiettava un target al ribasso in area 2,01. I corsi hanno ufficialmente virato al ribasso alla penetrazione della trendline ascendente di lungo termine in area 2,35 confermata dalla rottura della figura di doppio minimo. La prima fase del ribasso si interrompeva in area 2,01 dove un tentativo di recupero si infrangeva in area 2,48 generando così una figura di massimi decrescenti. La tendenza ribassista ha poi preso il sopravvento e, dopo un iniziale indebolimento ben contrastato da un pull back in area 2,36, la figura di Long Tail Down partita dall’area 2,10 ha portato le quotazioni in area 1,61 nel breve volgere di poche sedute. Il movimento laterale protrattosi per tutto il primo semestre 2008 ha anticipato l’ultima fase di contrazione che ha incontrato un iniziale supporto in area 0,89 prima del sell off finale che ha raggiunto i minimi in area 0,67. Un repentino recupero dell’area 0,97 realizzatosi a Marzo 2009 ha bruscamente invertito la tendenza di fondo grazie alla violazione della trendline discendente di lungo termine in area 0,90. Il rialzo è così proseguito sino a raggiungere quota 1,04 dove le prese di beneficio hanno preso il sopravvento. I corsi dopo una fase di consolidamento in area 0,94 hanno ripreso a salire. Operativamente incrementare alla rottura della figura di doppio massimo in area 1,05 con target di breve termine in area 1,16 ed a seguire in area 1,24. Nel medio/lungo termine il target è posto in area 1,50. Al ribasso alleggerire alla violazione della figura di quadruplo minimo in area 0,93 e vendere alla violazione della trendline ascendente di lungo termine ora passante in area 0,88 con possibile contrazione sino in area 0,78.

Capture

Older Posts »

Create a free website or blog at WordPress.com.